Benvenuti su Ufone.net
E-mail
Reti Lan
 

Introduzione
Software
Hub
Schede di rete
Reti e Windows
Cablaggi
Consigli pratici LAN
Protocollo Tcp/Ip
ADSL
Server web e ISS5
Router bridge
Setting server e-mail
Sistema Ipcop - Linux
Server FTP
Server DNS
Server Bind

Sofware Voip
Server Sms
Energia Solare Server GREEN

 
 
Come rimuovere i Virus
 
 
 
Utility
   
 
Energia alternativa e Test

I Costi dell'energia elettrica in continuo aumento, petrolio e inquinamento che fanno del nostro pianeta una mega ciminiera.ci spingono a cercare fonti alternative per la produzione di energia elttrca.
Ogni giorno si sente parlare di buco nell'ozono, usciamo prendiamo la macchina e un pieno ci costa una fortuna per non parlare poi dell'inquinamento e degli effetti prodotti da esso.
Pensiamo solo alle condizioni "pazze" meteo che portano improvvisi allagamenti o pioggie torrenziali e poi anche l'aumentare dei costi dell'energia delle ultime settimane che fanno lievitare i costi di gestione.

Mi sono messo cosi su internet e ho iniziato a leggere molti forum,stando in un condominio non posso tappezzare il terrazzo di pannelli solari o di un generatore eolico di corrente con una montagna di batterie.
Leggengo moltissime persone sconsigliano la tecnologia che ho scelto io perche dicono che non funziona e invece dopo accurati test funziona.
Il sistema e' molto semplice, produco energia attraverso i raggi solari, la trasformo in energia elettrica e la immetto direttamente nell'impianto di casa attraverso uno "speciale" inverter chiamato Interver per rete Grid TIE e la utilizzo subito abbassando cosi i consumi e prendendo meno corrente dal gestore locale ottenendo cosi un risparmio sulla bolletta.
Moltissime persone di cui ho letto lamentavano per questa tecnologia che il contatore essendo elettronico non essendo "bidirezionale" sommava l'energia prodotta a quella consumata fatturandoci dunque anche la corrente prodotta da noi ma questo con i test che ho fatto prima di procedere all'installazione NON E' SUCCESSO.
Leggo su internet molti forum e deciso di acquistare presso una societa italiana che vende materiale per energia solare/eolica questo "inverter".
Ero a conoscenza di tale tecnologia gia da alcuni anni ma i costi erano altissimi e proibitive che non ti consentivano di rientrare nelle spese nemmeno dopo anni di funzionamento, invece ora i prezzi del mercato si sono MOLTO abbassati scendendo di 1/3 di quando lo vidi.
Ordino su Internet questo inverter che mi arriva dopo alcuni giorni, NON acquistero NESSUN pannello solare fino al completamento dei test e se i test daranno esito positivo.
La prima prova che effettuo e collegare l'inverter alla prima presa libera e in ingresso inserisco una batteria da 12 V della macchina da 45Ah.
Tra la presa della 220V e la spina che va all'inverter inserisco un misuratore di energia comprato in un negozio di elettronica.
Accendo l'interruttore presente sull'inverter e lui inizia a "studiare" il tipo di fonte in ingresso e dopo circa 10/15 secondi raggiunge i 90W, sto producendo e immettendo nell'impianto di casa 90W che non prelevo dal produttore.
L'inverter ovviamente deve essere certificato per sganciarsi in maniera automatica se per qualsiasi motivo il gestore stacca la corrente a monte per magari lavori sull'impianto e NON produce energia nella maniera piu assoluta.
Il passo successivo e quello di controllare effettivamente se il contatore misura o meno tale energia.
Porto i carichi di casa a 1000W che vengono registrati dal contatore elettronico, accendo l'apparecchio e dopo circa 30 sec vedo sul contatore che segna 900W circa TEST NUMERO 1 OK !
Passiamo al secondo test molti dicevano che se l'energia prodotta e maggiore della consumata questa viene fatturata.
Nemmeno questa cosa e VERA. Porto i consumi di casa a 50W registrati dal contatore elettronico del gestore. Accendo l'apparecchio che dal mio misuratore segna produzione 90W il contatore del gestore invece SEGNA CONSUMO ZERO. (contatore MONOFASCIA ORARIA)
Non mi fido e porto l'invrter e batteria presso altra CITTA dove e presente un'altro modello di contatore elettronico completamente diverso con un diverso software (e presente la multifascia oraria per i consumi)
I test anche QUI ripetuti danno ESITO POSITIVO il contatore dunque NON conteggia l'eventuale corrente prodotta ma NON utilizzata questo perche per esempio se la mattina ci sta un forte sole e produciamo tanta corrente ma non siamo in casa ovviamente l'energia prodotta potrebbe essere MAGGIORE di quella utilizzata .
L'energia nel caso prodotta in ECCESSO viene regalata al gestore.
Ok si puo passare allora all'acquisto dei pannelli solari e parte lo studio di posizionamento e misure.
Per prima cosa avevo preso un Inverter con una potenza NOMINALE di 300W con picco 400W, l'inverter e elettronico ha dei led verde e rosso che danno lo stato di funzionamento.
led rosso corrente in entrata NON sufficente per produrre energia oppure corrente 220V non presente sulla linea, sistema DISATTIVATO.
Il led verde invece lampeggiante "studio della tensione/corrente" e immissione nell'impianto di casa ovviamente pero in maniera "ridotta" invece LED verde fisso produzione di corrente REGOLARE e immissione nell'impianto.
l'inverter ha una ventolina di raffreddamento che si mette in funzione se la temperatura dell'apparecchio e alta ed e autoregolata.
L'inverter ha un sistema di protezione autonomo si disattiva se raggiunge una certa temperatura e protetto da cortocircuiti.
Mi metto su internet e cerco i pannelli, per cominciare quale tecnologia scegliere ? ce ne sono varie, i pannelli solari sono costruiti in diversi modi "monocristallino, policristallino, amorfo, a film sottile"
Il monocristallino e il "silicio" puro quello piu costoso che ha una resa leggermente superiore rispetto agli altri, il policristallino costa un poco di meno e genera leggermente meno corrente, l'amorfo e il film sottile molto costoso ma si puo mettere come un "tappeto" e calpestare (es suò pavimento di una barca)
inizio a vedere le misure disponibili e vedo dove posso piazzarli.
e molto importante che sia presente nel punto dove installaremo i pannelli PIU sole possibile nel corso della giornata.
Vado su internet e vedo i costi, i pannelli solari dovrebbero durare 20-30 anni a secondo delle condizioni e ricordatevi che l'aumento della temperatura del pannello diminuisce la quantita di energia prodotta.
Ne trovo delle mie misure e li prendo, li vado a ritirare di persona.
Pesano 8,5kg cadauno e mi vengono forniti imballati in cartone, nella parte posteriore ci sta la "scatola di giunzione" da cui escono 2 fili di sezione grossa (credo 8mm) che terminano con dei connettori proprietari della tecnologia solare ovviamente positivo e negativo.
Il venditore prima di darmeli effettua la prova con un tester in pieno sole all'aperto e mi fa controllare i valori presenti nell'etichetta dietro il pannello. Tensione a vuoto 22V circa (a pieno sole) e 5A ok.
mi consiglia di metterli in PARALLELO e mi da delle "banane" che servono per "unire" i fili senza toccare un filo (con il semplice incastro).
Installo i 2 pannelli e in pieno sole riesco a produrre in continua 130W ovviamente quando scende la sera la produzione scende fino ad annullarsi e si spegne in automatico tutto dopo il tramonto.
Utilizzare questa corrente prodotta sul luogo e senza agenti inquinanti che utilizzo in parte per l'alimentazione di questo server e apparecchiature che ne consentono il funzionamento.


Giochi online free
 
Slaking
SUB Commander
Tetris
 
 

DOS
  Introduzione
Comandi
 
 




| HomePage | Pubblicità | Contatti |
| Per viaggiare in Italia | Portale di storiadellarte | In diretta dalle Maldive |

Realizzazione grafica e contenuti di Ufone.net
E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica